Visualizzazioni totali

BENVENUTI NEL BLOG TIRA E .......molla! ESPRIMETE LE VOSTRE IDEE E LE VOSTRE EMOZIONI

POST COMMENTI SONDAGGI SU ATTUALITA' POLITICA SENTIMENTI TEMPO LIBERO FAMIGLIA E FIGLI COSTUME SALUTE E BELLEZZA LETTURE - anche su TWITTER E FACEBOOK























Cerca nel blog

Loading...

lunedì 21 febbraio 2011

FIGLI, GENITORI E TALENTI

Fare i genitori è un compito gravoso e meraviglioso, si sa.
In ogni diversa età, i figli richiedono attenzioni e cure diverse. Quando sono piccini, vanno assistiti e curati materialmente ed assorbono tanto tempo, soprattutto delle mamme. Io ne ho avuti tre, uno dietro l'altro, ho allattato al seno per un anno ciascuno  di loro. Me ne sono fatto un obbligo perchè ho sempre lavorato, quindi li ho affidati alle cure di altre persone, ma ho voluto fare quello che sentivo appartenermi di più, qualcosa di magico e infungibile. Ed ora ne sono felice. Perchè si è creata molta intimità tra me e loro.
Pian piano crescono ed hanno bisogno di altre cose. Attenzione, esempio, ascolto. Al momento i miei mi impegnano per la scuola, i compiti e le numerose attività formative extrascolastiche.
Ci vuole sempre tanto tempo, dedizione, spirito di sacrificio, presenza. I nostri ragazzi non vanno lasciati soli, soprattutto durante l'adolescenza, soli con la tv, i videogiochi, i computers, gli amici sconosciuti.
La cosa principale è farli sentire amati e accettati per quello che sono, ognuno diverso.
Ed è proprio in questo che si deve esplicitare la capacità dei bravi genitori: capire i loro talenti.
Molto spesso, a quell'età, loro non riescono ad individuare le loro attitudini. Invece, affinchè siano adulti felici, vanno incoraggiati proprio in quello che amano, in quello che riesce loro meglio, anche se non rientra nelle nostre preferenze, nelle nostre egoistiche aspettative, guidandoli, tenendoli per mano.
Io ad esempio ho smesso di sperare che divengano medici o avvocati o ingegneri.
Facciano quello che vogliono, che amano, che desiderano, che li rende felici, ma con la mia benedizione, il mio incoraggiamento, il mio aiuto, il mio incondizionato sostegno.
Altrimenti, potranno diventare anche Presidenti della Repubblica, ma si sentiranno sempre realizzati a metà.

Nessun commento:

Si è verificato un errore nel gadget