Visualizzazioni totali

BENVENUTI NEL BLOG TIRA E .......molla! ESPRIMETE LE VOSTRE IDEE E LE VOSTRE EMOZIONI

POST COMMENTI SONDAGGI SU ATTUALITA' POLITICA SENTIMENTI TEMPO LIBERO FAMIGLIA E FIGLI COSTUME SALUTE E BELLEZZA LETTURE - anche su TWITTER E FACEBOOK























Cerca nel blog

Loading...

martedì 18 maggio 2010

GENITORI ANZIANI

Quando i genitori cominciano ad essere vecchi, a non essere più il nostro bastone, il nostro riferimento, il nostro aiuto, ma -al contrario- richiedono a noi figli tutto questo, è dura.
Un equilibrio che muta, una situazione che ci mette alla prova, una richiesta di ulteriori energie.
Per una donna giovane come me, impegnata tra casa lavoro figli marito, può essere complicato, ma accade.
A me è accaduto ora. Mia madre, la mia splendida madre di ottanta anni suonati, una forza della natura, una donna, forte, sana, antica, prodiga, abnegata, è crollata.
Per lei sono state le ginocchia, per altri può essere l'alzhaimer, l'arteriosclerosi, il cancro, ......
Ora mamma ha bisogno di me. Come farò? Non lo so, ma dovrò fare per lei tutto il possibile per aiutarla, sostenerla, farle compagnia, provvedere alle sue esigenze materiali.
Potrò renderle, in minima parte, un po' di tutto quello che lei ha dato a me per quaranta lunghi anni.
Ti voglio bene mammaaaaa

MATRIMONIO, COMPROMESSI E DIGNITA'

Nel matrimonio, soprattutto in quello con figli, è molto difficile, specialmente in alcuni momenti della vita, fare scelte e andare avanti trovando un equilibrio tra i compromessi e la dignità personale.
Credo che in quei momenti ci sia bisogno, oltre che di una grande forza, di chiarezza, con gli altri, con la controparte e, soprattutto, con se stessi.
Il bene famiglia è elevato, è un investimento nel tempo, per i figli e per sè, anche in un'epoca storica come questa che privilegia l'individualismo. Per assicurarlo bisogna accettare molte rinunce, molti compromessi in cambio. Ma fino ad un certo punto.
Fino al punto in cui non viene intaccata la dignità personale. E questo limite è molto soggettivo, ma va individuato con chiarezza, mettendosi di fronte ad uno specchio e parlando con se stessi.
Accetto tutto questo per ........
E ognuno darà la sua soggettiva risposta: per amore, per i figli, per quieto vivere, per debolezza, per non rimanere soli, per il rispetto delle convenzioni, per la società, per comodo, .....
Una grande chiarezza aiuta ad accettare la realtà e a fare scelte consapevoli, senza lasciarsi scivolare giorno dopo giorno spiacevolezze che a lungo possono logorare e farci allontanare dal nucleo, dal centro di gravità permanente che è solo in noi.

lunedì 17 maggio 2010

SUOCERI, CHE PROBLEMA!

Ho ricevuto un'educazione molto ortodossa e all'antica; tra l'altro siamo meridionali e abbastanza tradizionalisti. Per cui ho rinnovato i miei suoceri mettendo i loro nomi ai miei figli e ....udite, udite, anche se siamo nel terzo millennio, li chiamo mamma e papà, però che palle!...
Cioè che palle le esagerazioni. I miei suoceri sono persone intelligenti, si fanno i fatti loro, non ingeriscono e non mi criticano, danno una mano con i bambini, però si aspettano di essere puntualmente riveriti e trastullati la domenica: gradiscono venire a pranzo da noi, partecipare alle nostre gite domenicali fuori porta, trascorrere il pomeriggio insieme giocando a carte, ......
Io, invece, la domenica vorrei stare per i fatti miei, essere io -per una volta- l'invitata a pranzo o andare a ristorante da sola con la mia famiglia (nucleare), o con gli amici, o riposare, restare un po' di più a letto, non dovermi mettere in cerimonie. Mio marito mi capisce, ma vuole accontentare i suoi, quindi è in imbarazzo, va in tilt, non può contare sulla collaborazione del fratello, dunque li chiama e puntualmente li invita, anche all'ultimo momento. Che fare? Ho un po' ragione o devo soccombere?

lunedì 10 maggio 2010

MAGGIO

MAMMA MIA CHE BELLA GIORNATA! 10 MAGGIO 2010, UNA DATA SEMPLICE E PIENA, TI SI RIEMPIE LA BOCCA SOLO A PRONUNCIARLA E DIRE CHE è ANCHE BEL TEMPO!
VOGLIA DI MARE, DI SOLE, ENERGIA POSITIVA, VOGLIA DI CALORE.
IERI FESTA DELLA MAMMA . GLI AUGURI LI HO FATTI E LI HO RICEVUTI .
LA MATERNITà è FATICOSISSIMA, MA MI HA PIENAMENTE REALIZZATA.
LA MIA MAMMA PURTROPPO è DIVENUTA ANZIANA E ADESSO è LEI AD AVERE BISOGNO DI ME, MA SENZA CHIEDERLO MAI. E' TROPPO BUONA, TROPPO PRODIGA, TROPPO ALTRUISTA, TROPPO DISCRETA, IN UNA PAROLA TROPPO .....MAMMA .

martedì 4 maggio 2010

Ci sono delle giornate no, in cui tutto pare avvolto da un velo grigio. A volte la stanchezza prende il sopravvento, i rapporti umani coi più prossimi divengono difficili, la diversità di linguaggio e di vedute un limite insormontabile.
Ma domani è un altro giorno e tornerà a splendere il sole .....questo voglio credere e pensare, però ... oggi è dura.
Si è verificato un errore nel gadget