Visualizzazioni totali

BENVENUTI NEL BLOG TIRA E .......molla! ESPRIMETE LE VOSTRE IDEE E LE VOSTRE EMOZIONI

POST COMMENTI SONDAGGI SU ATTUALITA' POLITICA SENTIMENTI TEMPO LIBERO FAMIGLIA E FIGLI COSTUME SALUTE E BELLEZZA LETTURE - anche su TWITTER E FACEBOOK























Cerca nel blog

Loading...

martedì 5 novembre 2013

Quante riflessioni ci offre la vita quotidiana. Mamma sempre più vecchietta, i ragazzi sempre più grandi, la politica che fa acqua, gente che ci prova, egoisti ed altruismi, tutto a sorpresa. C'è una persona molto cara che mi ha profondamente deluso, un grumo di egoismo e problemi di aggressività irrisolti. Devo rivedere tutto il rapporto. Ma per ora sono solo addolorata. Ho dato tutto, senza riserve e non ho avuto la stessa risposta. Mi adeguerò.

sabato 2 novembre 2013

In ogni essere umano ci sono abissi e vette, sprofondi e voli, viltà e virtù. Tutto è in potenza, realizziamo solo in parte e per vari motivi.

Amore

L'amore non è altro che il trasporto, l'empatia con una persona con la quale pensiamo o sentiamo di poter realizzare meglio un nostro progetto.
Ho aperto il nido: lascio che i miei figli escano ed entrino come sentono, nella maniera in cui hanno bisogno.

Il tradimento

Il tradimento non è che alta fedeltà a se stessi.

Equilibrio

La vita è la ricerca continua di un equilibrio. Si sta male se vi è un qualsiasi eccesso, tra dare e ricevere, pensare e sentire, lavorare e riposare, ... Dopo anni ed anni di testa sbattuta al muro, false illusioni, eccessive aspettative, ho capito che devo essere meno, anzi affatto assolutista, aspettarmi meno, dare meno, pensare meno. Devo lasciare che la vita scorra spontanea e maturi i suoi frutti senza artifici e programmi, come la natura!

Karma

Ho compiuto, realizzato il mio karma. Ora finalmente sono libera.

venerdì 18 ottobre 2013

Monti si dimette da Scelta Civica? io non ci capisco più niente!
Sono profondamente delusa, amareggiata, anche arrabbiata. Volevo di più. Un rapporto assoluto, totalizzante. Volevo condividere tutto, essere "consorti". Molti anni fa, ho fatto una scommessa. Credo di averla persa. Mi aspetto molto dagli altri, forse troppo. E' vero, non so chiedere, sono spigolosa, logorroica, ma al netto di tutti i miei difetti, ho subito fughe, dinieghi, rifiuti, indifferenza, di più, strafottenza, mancanza di riguardo, rispetto ed educazione. "Dovevi aspettartelo, mi ha detto qualcuno, certe cose sono scritte. Il frutto non cade mai troppo lontano dal ramo". Ma talvolta la realtà supera la fantasia ...

giovedì 3 ottobre 2013

ANCORA VENTI DI CRISI

Tutto quello che è accaduto ieri nel nostro Parlamento è destabilizzante. Se i nostri rappresentanti non sanno che fare, cambiano idea più volte di seguito in pochi minuti, noi cittadini, da loro "amministrati", come dovremmo sentirci? La domanda ovviamente è solo retorica. Ci sentiamo smarriti perchè abbiamo netta l'impressione che siano atto, da parte della maggior parte dei parlamentari, meri tatticismi e non misure intraprese per il bene superiore del Paese. Fiducia sì, fiducia no, fino all'ultimo. Non è corretto. Intento l'IVA è aumenta di un punto percentuale, intanto non ci sono fondi per rifinanziare la CIG, intanto non vi è ancora un serio progetto di legge sulla legge elettorale. Anche questo perchè la cosa fa comodo ai rappresentanti e non ai rappresentati.

giovedì 30 maggio 2013

Scrivere

Cercare di scrivere e farlo per mestiere è veramente arduo! Tante le difficoltà: scrivere bene, arrivare a chi vorremmo ci leggeesse, rimuovere il blocco dello scrittore, superare il trauma della pubblicazione, cioè di rendere pubblici i propri più intimi pensieri, trovare un editore serio, riuscire a pubblicare senza selfpublishing e non solo a proprie spese... Insomma, io ci sto provando ma è dura!

martedì 28 maggio 2013

CASE E COSE

Nella nostra breve o lunga vita terrena inutile collezionare case e cose. Servono solo per ancorarci alla realtà, per rassicurarci nelle nostre insicurezze. Meglio coltivare pensieri e vivere sentimenti, essere liberi e provare grandi sensazioni.

lunedì 20 maggio 2013

domenica 19 maggio 2013

L'eloquenza del silenzio

Il silenzio talvolta è più eloquente di mille parole ed è il mezzo d'espressione scelto da persone molto intelligenti o da codardi o da pigri che hanno poca voglia di dare spiegazioni o da saggi o da persone molto bene educate, che non vogliono dispiacere l'intero utile con risposte sgradite. Il silenzio è d'oro, la parola è d'argento, suggerisce un adagio che spesso mi ripete mia madre, invitandomi a non rispondere mai male, a sopportare, a porgere l'altra guancia. Ma il silenzio è mezzo d'espressione anche di animi forti, irremovibili, implacabili. Persone che non mutano facilmente la propria opinione e che reputano le parole, le spiegazioni, un inutile dispendio di energie. Non amo il silenzio. Mi inquieta, fa rumore dentro di me, lasciando aperte le porte a risposte sbagliate, inadeguate. È una scatola, un involucro, una cornice priva di contenuto che ognuno può riempire come vuole. Il silenzio è assordante, elastico e virtuoso, di una virtù che non m'appartiene. Piuttosto scrivo!
Oggi, dentro di me, lottano ragione e sentimento e ne ricavo un grande mal di pancia!

POLITICA

A giorni si vota nella mia città. Sono state presentate solo due liste, civiche, apartitiche. C'è il totonomi, ci si chiede chi vincerà. Non saprei dirlo. Da una parte e dall'altra, vedo solo due agglomerati informi di gente con ben poco in comune. Credo che chi voglia fare politica bene e ad un certo livello dovrebbe accantonare il proprio interesse personale, sentirsi chiamato come ad una missione: fare il bene del Paese, della città, delle istituzioni, cercare di innovare, verificare, fare studi per promuovere il miglioramento possibile della vita associata. Ma so anche che la politica è lotta, potere, compromesso, mediazione, interesse. Formica, un personaggio politico della nostra prima repubblica, diceva che la politica è merda e sangue e credo sia così. Passione e schifezze. Allora, qui da noi, che vinca il migliore, chi ha più colpi spari, ma spero vivamente che non salgano agli onorevoli scranni del comune imprenditori o loro prestanomi che sperano di andare a governare la cosa pubblica per fare solo il loro bieco interesse, a vendersi e ricomprarsi a basso prezzo la città, gente di bassa lega, ignorantoni, "professionisti" in cerca di incarichi e consulenze, di danaro facile per chi non sa cosa sia guadagnarne con sudore, preparazione, sacrificio, impegno, capacità. Spero i tempi siano maturi perchè la gente, il popolo nel chiuso della cabina elettorale, nel profondo della coscienza dica no alla politica del piacere, del clientelismo e del compromesso.

DIVERSA CULTURA, PARITA' ONTOLOGICA

Di recente, ho fatto un breve viaggio di piacere in Inghilterra e ho potuto personalmente sfatare una serie di falsi miti su quel popolo. Innanzitutto, non è vero che siano freddi o scortesi e che non rispondano alle richieste di indicazioni se fatte in un inglese meno che perfetto. Sono gentilissimi, molto cordiali, forse anche più di noi latini o italiani, cercano di capire e farsi capire e danno indicazioni volentieri. In realtà, la loro cortesia è abituale e forse un tantino più formale, più superficiale. Molti spiccicano qualche parolina d'italiano, altri addirittura amano la nostra cultura. Apprezzano il nostro gusto, in cui ci ritengono superiori. Fatto singolare, perchè avvezzi da secoli di isolamento e dominio, un po' di puzza sotto il naso, magari ce l'hanno. Intanto, molti sono convinti della loro indipendenza e forza economica. Non ritengono sia utile stare nell'Europa unita. Il fatto che abbiano mantenuto la loro divisa, la dice lunga a noi, ormai schiavi di eurolandia e spread. Hanno un buon PIL, una City forte, traffici commerciali e finanziari notevoli. Poi non credo proprio che possano abituarsi a breve a trovarsi bene in associazioni interstatuali in condizioni di parità, loro sovrani dell'Impero Britannico, loro capi del Commonwealth... Hanno la regina e forse credono di essere tutti un po' principini di sangue blu! Scherzo, non è proprio così! Ad esempio il biondo sindaco di Londra, Mr Boris Johnson è favorevole a restare nell'Europa unita. La figura del nostro Berlusconi li diverte, li fa sorridere. Non si capacitano di come un popolo possa scegliere, con libere elezioni, quel tipo di governante; hanno una sorta di partito di clowns, simile al nostro movimento grillino. Seri e stakanovisti nel lavoro, dal venerdì sera escono e si spaccano di birre. E' comune vedere file di bottiglie o di boccali vuoti fuori dai locali. Forse combattono così quel clima uggioso e quasi sempre umido e piovoso (il mio soggiorno, per la verità, è stato baciato da più di un raggio di sole). Le donne sono più libere, più emancipate, bevono anche loro e nel week end le ragazze singles se ne vanno in giro sulla metro vestite in maniera un po' sexy e discinta in cerca dell'avventura di una notte. Ma in genere sono aperti, accoglienti (la loro società, più della nostra, è un meltin pot di razze e religioni), gentili, seri. Insomma, c'è gente buona o cattiva ovunque, ovunque si ricevono buone o cattive azioni, ogni mondo è paese e l'essere umano a qualsiasi latitudine è profodamente caratterizzato dalle medesime istanze. Evviva gli inglesi, evviva l'Inghilterra!

SCRIVERE

Scrivere è la mia catarsi. Naturale come respirare.

lunedì 13 maggio 2013

L'amore è un vento che scompiglia i capelli, abbatte gli alberi, scoperchia le case, è un turbine violento, irrazionale, inarrestabile. L'amore è una cura che lenisce ferite, fa crescere i fiori, dona i sorrisi e dà vita alla vita:

domenica 7 aprile 2013

Ne uccide più la penna che la spada!

Tanta voglia di riposo, tanta voglia di cambiamento, di abbandono, di andare, viaggiare, leggere, lasciare le solite cose, voglia di primavera

Aprile, dolce dormire....

La casa brucia

Pare che l'Italia vada a rotoli e a nessuno importi davvero. Ho l'impressione che i nostri politici stiano consumando tempo prezioso in tatticismi, incomprensibili e inutili, se non per loro stessi, per interessi personali e biechi. Svegliamoci, svegliamoci tutti! Popolo e potenti. È così difficile capire che il bene comune è il bene di tutti e di ciascuno, che agire solo per il proprio interesse, in danno della comunità, presto si ritorce contro? Sono convinta di ciò. Noi italiani, in particolar modo, abbiamo la tendenza a voler fare i furbi. Dimentichiamo che, così facendo, presto o tardi, resteremo fregati. Troveremo sempre sulla nostra strada quello più furbo. Vanno, invece, rispettate le regole, baluardo e difesa del benessere di tutti e di ciascuno. Dunque, basta ruberie, corruzione, evasioni fiscali, basta inciuci. Auspico governo, onestà, regole, benessere, snellimento di uno Stato ingrassato e ingessato, trascurato a lungo, che non serve più i suoi cittadini, ma che è servito a caro prezzo da tutti noi.

lunedì 28 gennaio 2013

PRANZETTO DOMENICALE

Ieri, con tutta l'allegra brigata familiare, ho fatto un delizioso pranzetto domenicale al BORGO ANTICO, di Edda e Giovanni.
E' un grazioso ristorantino che si trova a Venafro, in viale della Stazione.
E' gestito da una simpatica coppia di giovani coniugi: Giovanni si cimenta in cucina, ai fornelli; Edda, invece, in sala serve e intrattiene amabilmente gli avventori.
Al Borgo cucinano bene sia carne che pesce, sia piatti tradizionali italiani che locali.

Noi, ad esempio, ieri, abbiamo fatto un bel putpourri: i ragazzi hanno preso tagliatelle al ragù o ai funghi porcini e tartufo, con secondo di carne arrosto e patatine; mio marito ed io invece abbiamo preferito verdure grigliate e baccalà alla "m'tanara", ovvero baccalà lesso e poi  condito con aglio e olio fritto, fresco di frantoio. Mmmmm..., che bontà!
Alla fine, ci siamo rinfrescati la bocca con un ananas dolce e maturo.
Il caffè viene sempre offerto dai gestori, che la sera propongono anche un'ottima pizza.
Provare per credere!

martedì 8 gennaio 2013

PER L'ITALIA

...è giunto il momento di fare di più. Forse di impegnarsi in prima persona, con coraggio e volontà!

domenica 6 gennaio 2013

VITA IN FAMIGLIA

OGGI SIAMO ANDATI TUTTI A PRANZO DA MIA SUOCERA. OTTIMO PRANZO DOMENICALE E DELL'EPIFANIA(!!!???). SARA' UN CASO?

SCHERZI A PARTE, DOPO IL RITUALE FESTIVO, SIAMO ANDATI NEL SOLITO MEGAULTRA CENTRO COMMERCIALE PER "APPROFITTARE" DEI SALDI COI RAGAZZI.
RISULTATO. MI HANNO TOLTO LA PELLE!
PRIMA TAPPA FOOT LOCKER, DOVE ABBIAMO ACQUISTATO NIKE PER LA PIU' GRANDE E PER IL PIU' PICCOLO, OLTRE UN REGALO PER IL CUGINETTO PIERPIERO.
SECONDA POSTA, L'ADIDAS PER LE TUTE E L'ABBIGLIAMENTO SPORTIVO. DOPO DI CHE CI SIAMO SEPARATI: MAMMA E CUCCIOLI DA UNA PARTE, PAPA' E SIGNORINA DALL'ALTRA. COI BAMBINI SONO STATA DA ZARA E DA H&M. HANNO COMPRATO COSETTE VELOCI E SENZA TROPPE PRETESE. LA DONNINA DI CASA INVECE HA VOLUTO UN BEL GIUBBINO NUOVO. ALLA FINE MIO MARITO MI PRENDE E MI PORTA CON SE'... PER FARMI UN REGALO, DIRETE. MACCHE'. PER CONSIGLIARLO SU UN JEANS E UN GIUBBINO PESANTE. ALLA FINE DELLA FIERA, STANCHI, SVUOTATI, ASSETATI SIAMO TORNATI A CASA IN TUTTA "FRETTA"  PER VEDERE LA PARTITA DI PALLONE.
MI CHIEDO, E IO? MA I MIEI "CARI" FAMILIARI CAPIRANNO CHE ESISTO, CHE HO UN CORPO E UN'ANIMA E FORSE DELLE ESIGENZE ANCH'IO?

UNA VITA NON BASTA!!!!

VORREI STUDIARE BENE L'INGLESE, L'INFORMATICA E LA FILOSOFIA.
VORREI LEGGERE E SCRIVERE.
VORREI PUBBLICARE LIBRI E SFORNARE MANICARETTI PER I MIEI AMORI.
VORREI RASSETTARE CASA, LAVORARE, GUADAGNARE, ESSERE INDIPENDENTE E CANDIDARMI IN POLITICA.
VORREI SEGUIRE I FIGLI ED ESSERE PIU' LIBERA.

UNA VITA NON MI BASTA!!!!

DONNE

DOV'E' LA PARITA' UOMO-DONNA?
E' UN MIRAGGIO!
SIAMO FISICAMENTE (EMBRIONALMENTE) LEGATE AI FIGLI, PERSONCINE CHE HANNO BISOGNO DI NOI, PER LE QUALI TRASCURIAMO NOI STESSE!
ABBIAMO COSI TANTO BISOGNO DEGLI ALTRI...
MA GLI ALTRI CI COMPLICANO LA VITA!

mercoledì 2 gennaio 2013

NEVE

Ho trascorso una splendida settimana bianca in Val d'Aosta, a Pila.
Quest'anno siamo partiti per Natale, piuttosto che per l'Epifania, con un gruppo affiatato di amici.
Abbiamo trascorso giorni meravigliosi: lunghe sciate, nuove conoscenze, rimpatriate, ottime cenette valdostane, merende, auguri, discese ardite e risalite, gara di sci, ...
E' stato davvero molto bello.
Tra tutti, saluto l'amico Max e la maestra Katia! A presto rivederci!

CAPODANNO

 Capodanno inizia l’anno
 Avvolto in un bel panno
 Bianco di soffice neve
 Notte di fuochi, giorno breve


Bilanci, sogni e progetti
Umani desideri imperfetti
Attesa dell’anno venturo
Cosa ci riserva il futuro?


In casa ancora albero e doni
Vischio, presepe e panettoni
Giochi a carte e tombolate
Risa, auguri e tavolate

Tutti insieme, grandi e piccini,
Genitori, nonni e nipotini
L’anno nuovo porti a chi chiederà
Salute, amore e serenità!

Si è verificato un errore nel gadget