Visualizzazioni totali

BENVENUTI NEL BLOG TIRA E .......molla! ESPRIMETE LE VOSTRE IDEE E LE VOSTRE EMOZIONI

POST COMMENTI SONDAGGI SU ATTUALITA' POLITICA SENTIMENTI TEMPO LIBERO FAMIGLIA E FIGLI COSTUME SALUTE E BELLEZZA LETTURE - anche su TWITTER E FACEBOOK























Cerca nel blog

Loading...

lunedì 30 maggio 2011

Federalismo fiscale e cedolare secca

Nel nuovo quadro normativo intitolato al federalismo fiscale, figurano anche le norme in tema di tassazione degli affitti. Gli italiani credono nel mattone, più che in speculazioni mobiliari. Chi ha da investire, in genere lo fa acquistando e affittando immobili. I relativi profitti, finora, sono stati tassati ai fini IRPEF, alla stregua degli altri redditi personali, con la conseguenza di una massiccia evasione. Il legilatore allora ha "inventato" la cedolare secca, ovvero una tassazione ad hoc, solo per i fitti da fabbricato, che non si cumula con gli altri redditi personali e che permette il pagamento di questa nuova tassa, a vantaggio del comune di residenza e non dello Stato, nella misura, appunto "secca", del 19% nel caso di affitti agevolati, del 21% nel caso di fitti liberi. Ogni cittadino può esprimere la volontà di aderire a questo tipo di tassazione entro e non oltre il 6 di giugno. Dovrà altresì inviare una nota di comunicazione all'inquilino, con consequenziale rinuncia agli aumenti applicati nell'ultimo anno.

Nessun commento:

Si è verificato un errore nel gadget